Proseguono i lavori per la visione artificiale

La quarta fase si sta rivelando più dura del previsto.

Dopo aver provato ad installare la libreria in ambiente Windows e aver riscontrato vari problemi di compatibilità fin dal test delle demo, abbiamo deciso di spostarci in ambiente Linux.

Qui abbiamo installato correttamente OpenCV e siamo riusciti (grazie all’aiuto di un nostro collega del quinto) a sviluppare un applicazione in linguaggio python che partendo da un’ immagine o dall’ input di una webcam è capace di riconoscere un volto riquadrandolo con un rettangolo verde e gli occhi con un rettangolo rosso.

Fatto ciò, ci siamo orientati verso ciò che stiamo cercando di fare quindi abbiamo cercato di memorizzare delle fasce in modo che il nostro programma riesca a confrontarle, abbiamo trovato un’ altra libreria (OpenBR) che ci poteva aiutare allo scopo ma, attualmente siamo fermi ancora all’installazione poiché alcuni comandi sembrano non funzionare (magari gli errori sono dovuti alla nostra macchina).